CHI E’ DAVIDE? COSA E’ RADIO BRAIN?

chi è davide radio brain

HOLA AMIGO, BENVENUTO SU RADIO BRAIN.  IO SONO DAVIDE e QUESTA E’ LA NOSTRA STORIA. 

Hai presente quando provano a farti quelle richieste assurde, del genere “racchiudi in una sola parola la tua vita?”

Per una volta, invece di mandare tutti al diavolo come farei di solito, ci ho pensato seriamente per un attimo. Ed incredibilmente sono riuscito a darmi una risposta.

Ad ogni modo, facciamo un piccolo passo indietro.

Parto dal fondo, perché credo che solo alla fine si possano tirare le somme di ciò che è stato. Come dicevano gli Afterhours “è la fine la più importante”.

Il fondo quindi, è oggi : superati i 30 anni, ho mollato tutto per riscoprirmi. Vivo.

Dopo circa 13 anni trascorsi tra i vagoni del “fai ciò che è giusto”, ho cambiato treno e sono salito sul “fai ciò che senti”, o meglio “fai ciò che sei”.

Ed è qui che nasce Radio Brain.

Perché ciò che sono è stato plasmato dalle esperienze e dalle canzoni, che è proprio quello che troverete tra queste pagine.

“Abbiamo imparato più da una canzone di 3 minuti, che da tutto ciò che ci hanno insegnato a scuola” diceva Springsteen.

E’ stato proprio così anche per me, una meravigliosa verità, quasi meglio di un aforismo trovato dentro un cioccolatino.

Ad ogni modo ci tengo a precisare che Radio Brain non ha la presunzione di insegnare nulla a nessuno; Radio Brain vuole essere semplicemente un contenitore di esperienze, di emozioni e soprattutto di canzoni da condividere.

Quindi benvenuto, spero che ti piaccia.

Per me è grande motivo di orgoglio, anche perché nonostante le difficoltà, sono riuscito a farlo tutto da solo, dai contenuti fino all’aspetto prettamente informatico.

OK, adesso dovrei aver concluso.

C’mon everybody!!

 

Ah, dimenticavo: la parola di cui accennavo all’inizio è MUSICA.

La vita è musica.

La musica è vita.


 

Foto blog di musica

DAVIDE IN PILLOLE (E NON QUELLE CHE PENSATE VOI…)

Nasce in una città di mare, sole e divertimento, nel “lontano” marzo ’83.

Cresce in una “forte e piccola città”(cit. Timoria) del nord, studiando informatica, leggendo libri, appassionandosi al cinema, giocando a basket, ma soprattutto trascorrendo ogni giorno mano nella mano con la musica.

Prima solo ascoltata e studiata (la sua prima musicassetta in regalo – Queen1 – arriverà alla tenera età di 9 anni), poi anche suonata, inizialmente alla batteria con il suo gruppo storico (vi voglio bene!!!) e successivamente anche alla voce di un gruppo cover dei Faith no more (ma quanto ci siamo divertiti?!).

A 29 anni i primi sentori del cambiamento lo riportano nella sua città natale.

A 32 anni perde il senno, molla tutto e ora chissà dove finirà..

Per ora sa solo che non mollerà mai la musica.

La sua collezione di dischi (vinili, cd, musicassette e nuovi formati digitali), conta ormai più di 3000 pezzi.